Nuova Andria sempre più seconda!

Pausa terminata in Prima Categoria. Nell’ultima giornata di andata, la Nuova Andria ospita un’Apricena sestultima in classifica, ma reduce dai 7 punti totalizzati negli ultimi 3 turni del 2009.

Confermatissimo il 4-1-3-2 rosso scaramantico con Selvarolo, Storelli, e Lorusso alle spalle del tandem Lomonte – Salvemini.

I 2 plotoni entrano in campo congelati, il 1° vero brivido però, arriva al quarto d’ora. Selvarolo scongela il sinistro: la battuta è lenta, ma velenosa; Cassano ci resta di ghiaccio e la Nuova Andria è già sul 1-0!

L’Apricena è bloccata nella propria metà campo. Al 39° Lomonte piomba in aria blaugrana, ma la stoccata si perde sul fondo.

La ripresa si apre subito su ritmi incandescenti. Minuto 10°: Lorusso coglie l’invito di Magno: Cassano è graziato ancora! Trascorre una manciata di secondi, Salvemini si invola sull’esterno, Selvarolo ci prova a botta sicura, ma colpisce in pieno Lomonte. Nella Nuova Andria Mr. Di Bari lancia il suo omonimo al posto di Storelli; il modulo resta inviolato, ma Reggente passa in mediana, mentre Piazzolla slitta sull’esterno.

La diga biancazzurra comincia improvvisamente a barcollare; al 20° Messinese l’abbatte di forza, ma l’uscita di Bertoni è strepitosa! Gli ospiti si inseriscono da ogni dove e 10 minuti dopo pareggiano con Zuccarini.

La reazione è immediata. La mareggiata andriese si abbatte di colpo sulla costa foggiana e al 39° è proprio uno scoglio blaugrana a favorire il tap in rabbioso di Lorusso. E’ 2-1!

Ma a 3 minuti dallo scadere il “Sant’Angelo dei Ricchi” è sotto shock! Da posizione perfettamente irregolare, a tu per tu con Bertoni, Messinese precipita al suolo. La simulazione è evidente, ma non per l’arbitro. Dagli 11 metri si presenta capitan Tenace: Bertoni è spiazzato, ma il palo anticipa l’Epifania e tutti i fantasmi porta via.

La Nuova Andria chiude così il girone d’andata in 2ª posizione… a quota 29 punti!

add. stampa Nuova Andria: Francesco Roberto