Puglia, perché la nonna che a Natale dona i soldini al nipote lo fa di nascosto secondo il racconto di Pinuccio. Il ricordo che fa sorridere ma al contempo riflettere

Vogliamo condividere con i nostri lettori un ricordo rilanciato da Pinuccio che, attraverso un post diffuso sui social, scrive:

“Come ogni anno si ripete un’azione a cui solo da adulto ho dato una spiegazione. È la vigilia di Natale, passata da un po’ la mezzanotte capitano quei momenti di rilassamento misti a sonno. Mentre lo zio dorme sul divano, mia madre e mia zia impacchettano avanzi, mio padre trafuga l’ultimo amaro, mia nonna parte nell’azione militare. Con una mossa da biscia va nella sua stanza e mi appare alle spalle, si guarda intorno per avere la sicurezza di non essere vista e mi sussurra all’orecchio “tieni a nonna tieni” e mi allunga una dieci euro piegata come una federa fresca di bucato. “Questo posso darti, ma uguale a tutti i nipoti”. Quell’azione silenziosa ricorda un po’ quella di un narcotrafficante che paga il trasportatore di cocaina colombiano al confine, fugace, veloce per paura di essere visto dalla polizia. Io non capivo perché mia nonna agiva così, che problema c’è nel regalare 10 euro ad un nipote? Perché farlo senza dimostrarlo? Perché nascondersi e fare quel passaggio di mano furtivo?” – si chiede Pinuccio che aggiunge:

“Negli anni ho parlato con mia nonna, la sua vita, i sacrifici e capii. Il pudore nel mostrare il denaro, come fosse quasi una cosa sporca. Il non far vedere, atteggiamento di una cultura ormai persa, il non mostrare perché alla fine non c’è nulla da mostrare e non è un vanto “perché c’è chi non li ha”. Parliamo di pochi euro, ma per lei comunque è ostentare e non si fa. Questa cosa la porto con me sempre e, naturalmente, mi fa pensare quando noto l’ostentazione nel mostrare quello che si ha specie sul web. Sia chiaro non c’è nulla di male nel poter avere delle cose, ma il mostrarle come valore legato alla felicità, per quelli come mia nonna, è un atto quasi di mancanza di rispetto per chi non può averle– ha concluso Pinuccio.

Riguardo il blog di VideoAndria.com, ricordiamo che è possibile ricevere tutte le news in tempo reale dall’app gratuita Telegram iscrivendosi al seguente indirizzo: https://t.me/andriabarlettatrani. Sempre attraverso Telegram è possibile inviarci segnalazioni in tempo reale anche con video e foto. Ricordiamo inoltre che cliccando “MI PIACE” sulla Pagina Facebook.com/VideoAndriaWebtv è possibile seguire tutte le news da Facebook. E’ possibile scriverci anche via Whatsapp per inviarci segnalazioni anche con foto e video cliccando qui ed iscriversi al gruppo per la ricezione dei nostri link cliccando qui. Ricordiamo, inoltre, che è possibile seguire tutti i nostri tweet all’indirizzo https://twitter.com/videoandria. Gli aggiornamenti di VideoAndria.com sono anche su linkedin.com/company/andrianews e su https://vk.com/andrianews.

Ricordiamo che è possibile ricevere tutte le news in tempo reale dall'app gratuita Telegram iscrivendosi al seguente indirizzo: https://t.me/andriabarlettatrani. Sempre attraverso Telegram è possibile inviarci segnalazioni in tempo reale anche con video e foto. Ricordiamo inoltre che cliccando "MI PIACE" sulla Pagina Facebook.com/VideoAndriaWebtv è possibile seguire tutte le news da Facebook. E' possibile scriverci anche via Whatsapp per inviarci segnalazioni anche con foto e video cliccando qui ed iscriversi al gruppo per la ricezione dei nostri link cliccando qui. Ricordiamo, inoltre, che è possibile seguire tutti i nostri tweet all'indirizzo https://twitter.com/videoandria. Gli aggiornamenti di VideoAndria.com sono anche su linkedin.com/company/andrianews e su https://vk.com/andrianews.