Puglia, Vox Italia: “no a Stato di Polizia, si a tutela diritti costituzionali”

I Circoli di Vox Italia della provincia di Foggia e della provincia di BAT esprimono il loro più candido stupore, ma anche molte preoccupazioni, di fronte all’arrivo dei Militari dell’Esercito Italiano nella Provincia BAT ed alla contestuale notizia del reclutamento, per vigilare sul distanziamento sociale in Italia, di 60mila volontari voluto dal governo Conte per fare fronte alla minaccia Coronavirus:

“È certamente necessario” – spiegava nei giorni scorsi l’Avv. Marcello MARIELLA a nome dei circoli di Vox Italia Foggia e BAT- “che il distanziamento sociale si realizzi nella migliore maniera possibile, ma essenzialmente per una libera e consapevole scelta dei cittadini e non per obbligo! Qualunque emergenza sanitaria non giustifica assolutamente una coercizione indiscriminata, eccessiva, o senza un supporto probatorio, di quelle che sono le libertà fondamentali per l’uomo, quali, in particolare, il diritto alla libertà personale, alla libertà di riunione ed alla libertà di religione. Possiamo asserire che tutti siamo pienamente convinti della necessità di combattere in maniera efficace il propagarsi dell’infezione da Covid19, ma nessuno può essere ancor più convinto del fatto che vadano comunque anche appieno rispettati i principi proclamati nella Costituzione Italiana a garanzia dei fondamentali diritti di libertà dell’Uomo. È ormai acclarato che circa l’80% di tutti i casi di COVID-19 presentano sintomi solo lievi o moderati e che non richiedono perciò l’ospedalizzazione; un ragionevole auto-isolamento è allora più che sufficiente per impedire il propagarsi del contagio. Misure repressive e di coercizione, quali sono quelle che il governo Conte sta mettendo in atto (i militari impegnati nei controlli con le Forze dell’ordine per contenere e contrastare l’emergenza da Coronavirus ed il progetto dei sessantamila assistenti civici nelle strade per avere meno gente in giro) possono certamente avere tutto l’aspetto di prodromi di stati d’assedio e coprifuoco, appannaggio, questi, di regimi autoritari che nulla devono avere a che spartire con la Democrazia italiana, trattandosi di misure del tutto indiscriminate e sicuramente oggi eccessive in relazione allo stato del contagio. I principi di libertà personale e di circolazione garantiti dalla Costituzione Repubblicana (Costituzione che rappresenta per Vox Italia il faro del proprio agire) non possono essere compressi a tal punto da risolversi poi in situazioni da Stato di Polizia, degne di un regime autoritario alla Pinochet! Non è mai superfluo rammentare che tutte le misure anti Covid19 devono SEMPRE essere condizionate al rispetto delle libertà democratiche, nessuna esclusa, e a parere dei Circoli Vox Italia della provincia di BAT e della provincia di Foggia, i Militari dell’Esercito Italiano nella Provincia di BAT, che in quantità che aumentano di settimana in settimana stanno affluendo su espressa richiesta fatta al Ministero dell’Interno da parte dell’attuale Prefetto di Barletta, dott. Maurizio Valiante, per supportare le Forze di Polizia del territorio nelle attività di controllo per il contenimento dell’emergenza epidemiologica da COVID-19, RAPPRESENTANO UNA RISPOSTA CERTAMENTE ECCESSIVA ED INDISCRIMINATA AD UNA EMERGENZA SANITARIA CHE STA, GIORNO DOPO GIORNO, REGREDENDO NELLA SUA GRAVITÀ! ” – gli esponenti pugliesi hanno poi proseguito:

“I Circoli VOX ITALIA della BAT e della provincia di Foggia esprimono pertanto la loro più totale contrarietà a questo genere di provvedimenti, in quanto ritengono che le Forze dell’Ordine presenti sul territorio sono pienamente in grado di garantire a 360 gradi il necessario controllo del rispetto della Legge (altrimenti, la loro funzione non avrebbe più alcuna valenza!); mentre non lo sono affatto i militari e men che meno i promessi assistenti civici, del tutto privi come sono (in particolare questi ultimi) e come, nei progetti del governo Conte resteranno, della benché minima preparazione/formazione all’oggetto. Oltrettutto, i Militari dell’Esercito vanno utilizzati per funzioni ben diverse da queste. Vox Italia ama le libertà costituzionali e non può perciò condividere un assetto da lager quale si prospetta, alla luce di questi provvedimenti, per la nostra società; sorge dunque spontanea la domanda, su quale possa essere la natura vera di questo genere di operazioni di controllo ad opera di soggetti che non forniscono le dovute garanzie a livello costituzionale e che pare tendano invece alla riaffermazione ed al rafforzamento continuo e progressivo dell’affievolimento della democrazia italiana nei suoi principi di giustizia sociale e solidarietà insiti nella nostra Costituzione”.

Ricordiamo inoltre che è possibile seguire tutti gli aggiornamenti cliccando “Mi Piace” sulla Pagina Facebook.com/videoandriawebtv. Scrivendo un messaggio al numero Whatsapp è possibile inviare segnalazioni, video e foto per la pubblicazione. Inoltre, è possibile iscriversi al gruppo Whatsapp cliccando qui, oppure iscriversi al gruppo Telegram cliccando qui o anche iscriversi al gruppo Facebook cliccando qui. Per l’inserimento di materiale, informazioni, comunicati, richieste di rettifiche e chiarimenti, è possibile anche scriverci via email all’indirizzo redazione@videoandria.com).