Ricettazione di rame, riciclaggio di un motorino ed il porto di strumenti per effrazione: arrestato ad Andria dopo un breve inseguimento

Si comunica che nella decorsa mattinata, gli uomini della Polizia di Stato del
Commissariato di Andria hanno tratto in arresto O.M.A., classe 80, colto nella flagranza
della ricettazione di oltre 140 Kg di rame, il riciclaggio di un motorino ed il porto di
strumenti per effrazione.

In particolare gli operatori in servizio di controllo del territorio notavano il giovane
straniero che, a bordo di un motorino trasportava un pesante sacco.
Questi alla vista dei poliziotti tentava di sottrarsi al controllo effettuando un repentino cambio di direzione ma la citata manovra insospettiva inevitabilmente gli Agenti che decidevano di approfondire le ragioni di tale condotta.

L’uomo fermato, veniva trovato in possesso di un gran quantitativo di rame ma, alla
richiesta degli operatori su dove l’avesse preso, lo stesso tentava un rocambolesca fuga tra
le campagne circostanti.

Da questo nasceva un breve inseguimento venendo quasi subito bloccato, quindi,
sottoposto a perquisizione, veniva anche trovato in possesso di strumenti per effrazione.
Da ulteriori riscontri eseguiti sul motore condotto dal giovane emergeva che il
relativo numero di telaio era stato abraso, concretizzando così il riciclaggio del mezzo
atteso che diveniva particolarmente difficoltosa l’individuazione della sua provenienza,
oltre ad aver applicato sullo stesso anche una targa posticcia. Su tali premesse date le evidenti responsabilità, peraltro conclamate dal tentativo di fuga, il fermato veniva tratto in arresto quindi condotto presso la locale Casa circondariale.

Commissariato di P.S. Andria