Rimborso Tassa Rifiuti ad Andria: Sindaco e Dirigente non si presentano, associazioni deluse “tutto verbalizzato, assenze ingiustificate”

Avrebbe dovuto essere la riunione delle domande e delle risposte invece l’Amministrazione comunale diserta l’incontro regolarmente convocato dal Presidente della 3^ Consulta comunale delle Attività Produttive, Professioni, Arti e Mestieri  dei Consumatori e Utenti, vanificando la seduta che viene sospesaUn incontro molto atteso anche dal mondo associazionistico andriese, dall’Ordine dei Ragionieri e Dottori Commercialisti, dalle Consulte comunali e Rappresentanti del mondo sociale, tutti presenti all’incontro con proprie rappresentanze qualificate.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Nel corso della seduta è stato trattato l’argomento di scottante attualità che riguarda le modalità di accesso al recupero di quanto versato in eccedenza e la richiesta di ricalcolo delle somme relative alla TARI (Tassa Rifiuti), anche per gli anni pregressi. Una discussione approfondita, con numerose proposte operative messe sul tavolo ma che non hanno trovato risposta da parte dell’Ente Pubblico ingiustificatamente assente.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Assente l’Assessore al Bilancio (la delega appartiene al Sindaco) e soprattutto la Dirigente del Settore 6 – Servizio Tributi, dott.ssa Valentina GUGLIELMO dai quali si attendevano le risposte alle domande che l’intera cittadinanza si sta ponendo di fronte alla situazione venutasi a determinare, con tutte le conseguenze anche economiche del caso. A stigmatizzare con decisione l’assenteismo dell’Amministrazione comunale, presente all’incontro solo con l’Assessore allo Sviluppo Economico avv. Maria Teresa Forlano, non competente nel caso trattato, sono stati tutti i presenti e tale delusione è stata regolarmente verbalizzataResta accanto alla delusione il senso di disorientamento rispetto alle azioni da intraprendere e soprattutto le modalità operative per le prossime scadenze.

Nessuno avrebbe mai pensato ad un simile atteggiamento che ha lasciato esterrefatto in primis il Presidente della 3^ Consulta, prof. dott. Vincenzo Minenna ma anche tutti gli altri membri e ospiti presenti. Nel corso dell’incontro il Presidente, facendo riferimento alle drammatiche condizioni del bilancio comunale della città di Andria, ha evidenziato la gravità della situazione dei pagamenti ai fornitori, con aziende che vantano crediti molto significativi, le quali stanno attendendo da moltissimo tempo le erogazioni.

- Prosegue dopo la pubblicità -

All’ordine del giorno della prossima riunione, oltre alla riproposizione della questione TARI, accogliendo la richiesta del componente effettivo eletto dal Forum delle Associazioni, sig. Savino Montaruli, sarà iscritta la trattazione di: “procedure per individuare ed attuare gli strumenti di intervento per l’inserimento lavorativo dei soggetti con diverse abilità all’interno del tessuto produttivo locale, commerciale, artigianale ed industriale”.

Per l’occasione, vista la diretta competenza in materia, oltre all’Assessore Forlano, saranno altresì invitati l’Assessore all’Equità Sociale avv. Francesca Magliano, la Dirigente del Settore avv. Ottavia Matera, il Dirigente alle Attività Economiche ing. Felice Piscitelli, i Referenti del Centro per l’Impiego di Andria e tutti i rappresentanti delle Associazioni iscritte nella Sezione 3^ “delle attività produttive, professioni, arti e mestieri e dei consumatori e utenti, non eletti e che non fanno parte della Consulta. Le Associazioni rappresentative, democraticamente elette, componenti della 3^ Consulta comunale sono:

– Associazione Ragionieri e Dottori Commercialisti (Vincenzo Minenna)

– Confconsumatori (Laura Maria Pia Tota)

– Unimpresa Bat (Savino Montaruli)

– Confapi (Lombardi Nicoletta)

– A.C.A.B. (Capogna Giacinto)

– BATCommercio2010 (Berardino Vincenzo)

– A.C.U. Associazione Consumatori Utenti (Santovito Giovanni)

– Componente designato dal Consiglio Comunale per la maggioranza (Regano Riccardo)

– Componente designata dal Consiglio Comunale per la minoranza (Ribatti Francesca)

“Queste assenze, politiche ma anche della dirigente del settore Finanze, sono state fortemente stigmatizzate dai componenti della consulta e da tutti i numerosi presenti all’incontro. Con successivo comunicato stampa del giorno 13 dicembre sarà pubblicamente esternata la delusione rispetto a quanto accaduto, che incide fortemente sui rapporti istituzionali di organismi statutariamente riconosciuti” – è il commento del prof. Francesco MartiradonnaPresidente della 1^ Consulta Ambientale.