Riqualificazione energetica edilizia, ad Andria credito di imposta sale anche al 110%, professionisti scrivono al Comune

“In questi giorni il credito di imposta per lavori di riqualificazione energetica ed edilizia è salito al 110% (per alcuni casi) e comunque per tutti è diventato cedibile, nel senso che possiamo finanziare i lavori con la cessione del credito. Esiste anche il sisma bonus, ovvero risorse per la demolizione e ricostruzione in sicurezza sismica di circa 80.000 ad unità immobiliare. Alcune simulazioni molto realistiche per Andria – a dichiararlo in un comunicato inviato (ci riferiscono) anche per via PEC rivolto al Commissario Straordinario del Comune di Andria è un numeroso gruppo di professionisti tecnici, commercialisti, imprese e altri cittadini del territorio che proseguono:

“20 cantieri di sismabonus possono portare in media a 16 Milioni di risorse pubbliche. 100 interventi di ristrutturazione energetica ed edilizia possono valere circa 15 Milioni. Diciamo in tutto 30 Milioni di risorse pubbliche attivabili entro un anno e mezzo. Con il moltiplicatore degli investimenti, possiamo stimare in circa 120 Milioni gli investimenti possibili nella città. A favore di Comune, imprese, cittadini, economia locale e lavoro. Purtroppo le autorizzazioni per le ristrutturazioni sono rallentate da incertezze tecniche e amministrative, accentuate da una sentenza della Corte Costituzionale il cui impatto è minimo o assente sul grosso del tessuto edificato di Andria. In più rimarchiamo che, al fine di ottenere la migliore efficacia possibile delle opportunità normative e assicurare risorse finanziarie al comune e alla città, è necessario uno stretto raccordo tra comune, imprese, cittadini e banche: infatti il modello finanziario sarà determinante per attivare gli investimenti, così come i tempi delle autorizzazioni. Anche se non si tratta di investitura elettiva, Lei ha in questo periodo la massima responsabilità della città e della comunità. Deve pertanto adottare, come imposto dalle norme, le misure formali per il bilancio comunale. Ma la sua carica ha anche i dovere di agire per eliminare gli ostacoli allo sviluppo e favorire le iniziative che possano far rinascere finanza pubblica e lavoro. La preghiamo pertanto voler intraprendere due azioni congiunte” – il gruppo di cittadini conclude poi così:

“Emanare indirizzi agli Uffici Tecnici affinché siano eliminate le incertezze procedurali e accelerati gli atti necessari a cantierizzare in tempo utile le opere che danno diritto a ingenti risorse pubbliche. Convocare un tavolo di coordinamento con player finanziari disponibili, rappresentanti di imprese e tecnici e Uffici Comunali affinché la necessaria collaborazione riceva certezze e stimoli. La nostra accelerazione è motivata dalla scadenza dei benefici di legge entro il 2021 e dal fatto, purtroppo, che la città tornerà ad avere una guida elettiva non prima di Novembre (forse) prossimo. Queste sono scelte e azioni che non costano niente, ma che possono consentire la nostra rinascita. Non mancherà la nostra collaborazione e quella della società civile a Lei e agli Uffici Comunali per raggiungere gli obbiettivi comuni. Siano pertanto a sua disposizione per ogni cosa ritenga utile. Se ritiene potrà convocarci per approfondimenti. Grazie per la attenzione, e le auguriamo buon lavoro e successo nella sua opera per la città”concludono.

Ricordiamo inoltre che è possibile seguire tutti gli aggiornamenti cliccando “Mi Piace” sulla Pagina Facebook.com/videoandriawebtv. Scrivendo un messaggio al numero Whatsapp è possibile inviare segnalazioni, video e foto per la pubblicazione. Inoltre, è possibile iscriversi al gruppo Whatsapp cliccando qui, oppure iscriversi al gruppo Telegram cliccando qui o anche iscriversi al gruppo Facebook cliccando qui. Per l’inserimento di materiale, informazioni, comunicati, richieste di rettifiche e chiarimenti, è possibile anche scriverci via email all’indirizzo redazione@videoandria.com).