Serpente in un garage ad Andria, intervengono i Vigili del Fuoco

Vigili del Fuoco in via Spartaco ma nessun incendio: i VF sono infatti intervenuti su chiamata per prelevare un serpente ritrovato all’interno del garage di una palazzina. Non si tratta di un fenomeno isolato: ogni anno, forse a causa delle alte temperature del periodo estivo, i serpenti nostrani tendono a nascondersi negli anfratti e talvolta anche nelle parti basse delle abitazioni. Un caso simile era stato registrato ad Andria lo scorso 7 giugno, quando un serpente si era intrufolato in un’automobile in via Atene. Anche in quel caso intervennero i Vigili del Fuoco per prelevare l’animale. Non lontano da Andria, nel quartiere Sant’Anna di Bari, un grosso serpente fu ucciso all’interno di un garage. In quel caso, vista la foto diffusa in rete, si trattava probabilmente di un grande esemplare di colubro leopardino, non velenoso e praticamente innocuo.

Un’uccisione inutile quella avvenuta a Bari, scaturita soltanto dalla paura dei residenti ma che in realtà non causa nulla se non il timore di chi, evidentemente, non è ben informato sull’argomento. Anzi, in realtà questi animali andrebbero difesi: non solo appartengono alla biodiversità locale ma contribuiscono fortemente a ridurre il numero di topi ed altri animali infestanti. Bene hanno fatto i nostri concittadini andriesi a contattare persone capaci di prelevare serpenti in sicurezza, perché ucciderli non ha molto senso. Tra i serpenti velenosi presenti nel nostro territorio, spicca la famigerata vipera, piuttosto rara da incontrare e probabilmente da escludere nella lista degli “incontri ravvicinati” in città. Dunque, non spaventiamoci per nulla. 

La segnalazione è giunta in redazione attraverso il nostro sistema di segnalazione mobile (a tal proposito, ricordiamo inoltre che scrivendo un messaggio al numero 353 3187906 è possibile effettuare segnalazioni, immagini e partecipare al gruppo Whatsapp per seguire tutte le news in tempo reale oppure iscrivendosi al gruppo Telegram cliccando qui o anche iscrivendosi al gruppo Facebook cliccando qui oppure scrivendoci anche all’indirizzo redazione@videoandria.com).