Trovato morto il dott. De Donno: il medico di origini pugliesi fu promotore della cura con plasma iperimmune

Una notizia inaspettata e terribile che colpisce nel profondo anche i nostri conterranei quella appresa nella serata di ieri quando il dott. Giuseppe De Donno è stato ritrovato morto nel suo appartamento di Curtatone, alle porte di Mantova:

Si, parliamo proprio del dott. De Donno che l’anno scorso aveva iniziato la discussa cura del Covid mediante l’uso di trasfusioni di plasma iperimmune, tecnica utilizzata poi anche nella Provincia di Barletta-Andria-Trani, quando persino i Sindaci del territorio si appellarono ai soggetti immunizzati per la donazione presso i locali centri trasfusionali. Mentre nella nostra regione si apprendevano notizie positive riguardanti questa discussa tecnica, già allora, in nord Italia, il medico di origini pugliesi denunciava pressioni nei suoi confronti. In queste ore si parla di un De Donno trovato morto nel suo appartamento per un presunto suicidio che sarebbe legato forse a questioni personali mentre in molti ricordano quelle frasi che fecero molto discutere. “Vogliono zittirmi” – aveva dichiarato nel giugno del 2020:

“Io sono molto franco: c’era e c’è la volontà di nascondere questo trattamento. Se guardate i media si parla solo di vaccino, mentre il trattamento al plasma non costa quasi nulla. Una certa parte politica, la mia audizione al Senato è chiara, ha cercato di zittirmi. Ma con me, così, ottieni l’effetto contrario” – disse come ricordano anche fonti giornalistiche telematiche. Di origini salentine ma da tempo in Nord Italia, l’ex primario abitava a Curtatone con la moglie e una figlia. I sopravvissuti alla malattia lo ricordano con affetto per aver “salvato molte vite” con la sua terapia. Sotto shock anche il mondo della politica: “Non ci volevo credere. Perdiamo una bella persona, un grande medico, che durante il Covid ha lottato come un leone per salvare centinaia di vite, spesso contro tutto e tutti. Buon viaggio Giuseppe, lasci un vuoto grande“, ha commentato il leader della Lega, Matteo Salvini.

Riguardo il blog di VideoAndria.com, ricordiamo che è possibile ricevere tutte le news in tempo reale dall’app gratuita Telegram iscrivendosi al seguente indirizzo: https://t.me/andriabarlettatrani. Sempre attraverso Telegram è possibile inviarci segnalazioni in tempo reale anche con video e foto. Ricordiamo inoltre che cliccando “MI PIACE” sulla Pagina Facebook.com/VideoAndriaWebtv è possibile seguire tutte le news da Facebook. E’ possibile scriverci anche via Whatsapp per inviarci segnalazioni anche con foto e video cliccando qui ed iscriversi al gruppo per la ricezione dei nostri link cliccando qui. Ricordiamo, inoltre, che è possibile seguire tutti i nostri tweet all’indirizzo https://twitter.com/videoandria. Gli aggiornamenti di VideoAndria.com sono anche su linkedin.com/company/andrianews e su https://vk.com/andrianews.

Ricordiamo che è possibile ricevere tutte le news in tempo reale dall'app gratuita Telegram iscrivendosi al seguente indirizzo: https://t.me/andriabarlettatrani. Sempre attraverso Telegram è possibile inviarci segnalazioni in tempo reale anche con video e foto. Ricordiamo inoltre che cliccando "MI PIACE" sulla Pagina Facebook.com/VideoAndriaWebtv è possibile seguire tutte le news da Facebook. E' possibile scriverci anche via Whatsapp per inviarci segnalazioni anche con foto e video cliccando qui ed iscriversi al gruppo per la ricezione dei nostri link cliccando qui. Ricordiamo, inoltre, che è possibile seguire tutti i nostri tweet all'indirizzo https://twitter.com/videoandria. Gli aggiornamenti di VideoAndria.com sono anche su linkedin.com/company/andrianews e su https://vk.com/andrianews.