Villa comunale: gli andriesi sporcano e i topi “ballano” – le FOTO

Nella foto: la splendida villa comunale della città di Andria. In alcuni punti è evidente la presenza di cartacce abbandonate sul verde.

E’ proprio il caso di dirlo: gli andriesi sporcano e i topi “ballano“. E’ quanto accade da alcune settimane nei pressi del grande polmone verde della storica città federiciana. Il caldo soffocante di questo periodo, abbinato all’aumento di rifiuti nella zona a causa dell’enorme flusso di famiglie e comitive che spesso preferiscono gettare fazzoletti e contenitori di cibi e bevande, la presenza di topi sembra ben non proprio isolata come dovrebbe essere. Nonostante le nostre numerose segnalazioni effettuate nelle ultime settimane ogni wee-end, non possiamo ancora una volta che constatare un considerevole livello di “zozzaggine” nei confronti di alcuni nostri concittadini (nella speranza che questi possano rappresentare soltanto una minoranza in città).

Nonostante i nostri umili tentativi si sensibilizzazione, infatti negli ultimi giorni non sono mancate non poche segnalazioni di ulteriori rifiuti abbandonati (in primis cartacce e bottiglie) nella villa comunale di Andria. Molte di queste segnalazioni sono giunte in redazione attraverso il nostro sistema di segnalazione mobile (a tal  proposito, ricordiamo inoltre che scrivendo un messaggio al numero 353 3187906 è possibile effettuare segnalazioni e partecipare al gruppo Whatsapp per seguire tutte le news in tempo reale oppure iscrivendosi al gruppo Telegram cliccando qui o anche iscrivendosi al gruppo Facebook cliccando qui).

Ancora una volta ci chiediamo se gli autori di questi semplici ma vergognosi gesti siano anche coloro che poi occasionalmente si lamentano della presenza di topi in città, li dove magari questi roditori trovano cibo facile proprio a causa di coloro che ancora nel 2017 gettano rifiuti per strada. La presenza di alcuni roditori è stata spesso segnalata guarda caso nei pressi della villa comunale e nella zona dei “Cappuccini”, ovvero li dove molto spesso famiglie e comitive si incontrano e si radunano anche per consumare qualcosa. Le foto ricevute negli ultimi giorni:

“un’opera d’arte” sotto le panche in pietra nella villa comunale:

i poveri alberi circondati da bottiglie e lattine:

Per reati di abbandono rifiuti, come sempre, ricordiamo che potrebbero prevedere l’applicazione di sanzioni mediante l’ausilio di controlli e di analisi delle immagini di impianti di videosorveglianza come già reso noto dallo stesso sindaco di Andria attraverso alcuni filmati diffusi anche  sui social.  In quel caso si trattava di cittadini individuati dalle targhe dei propri mezzi perché provvisti di veicoli durante il momento dell’abbandono dei rifiuti, mentre in questi casi i soggetti andrebbero identificati soprattutto attraverso l’analisi dei volti, operazione certamente più impegnativa ma che andrebbe fatta per insegnare ai più “zozzoni” che l’abbandono dei rifiuti è un atto sempre ed in ogni caso da evitare.

Alcuni di questi rifiuti potrebbero benissimo essere differenziati, ma la presenza di rifiuti gettati uno sopra l’altro comporta quasi sempre l’aumento dell’indifferenziato, con il conseguenze aumento del conferimento in discarica e quindi anche l’aumento dei costi per l’amministrazione comunale che inevitabilmente finiscono poi per aggravare quelli delle tasse.

Insomma, gli andriesi (o coloro che in queste ultime sere fuori da fuori Andria sono venuti in villa) sembra ancora non hanno ben compreso cosa è indispensabile per migliorare la nostra vita. Ringraziamo i cittadini che con evidente indignazione e determinazione hanno deciso di segnalare questo schifo a cielo aperto, nella speranza che tutti i cittadini possano denunciare e segnalare, magari anche con foto e video, i “zozzoni” di turno.