Andria, Giorgino: “consiglieri di maggioranza aggrediti fisicamente. 5 Stelle? Inadeguati. Ma il Bilancio passa per il bene della città” – VIDEO

“La posizione dell’amministrazione è quella di fare chiarezza rispetto ad una narrazione che hanno voluto dare le minoranze” – così il Sindaco di Andria nel corso di un’intervista televisiva registrata durante una conferenza stampa per fare il punto della situazione a seguito dell’ultimo consiglio comunale – “era prevista una seduta di consiglio comunale con un odg aggiuntivo inserito d’urgenza sul quale abbiamo subito fatto rilevare che c’era stato un parere contrario del Segretario generale, (garante) e della dirigente degli affari generali avendo acquisito un parere dall’avvocatura. A fronte di una richiesta legittima, pacifica, assolutamente non strumentalizzata abbiamo verificato un atteggiamento ostruzionistico con un’organizzazione dei consiglieri di minoranza che si alternavano. E addirittura quando ho chiesto se dovevamo chiamare le forze dell’ordine questo è stato interpretato come minaccia. Credo che politicamente che i 5 Stelle abbiano dimostrato in questo contesto di essere assolutamente inadeguati“. Giorgino ha quindi ribadito le motivazioni per cui l’amministrazione ha ritenuto organizzare una conferenza stampa: “Sono uscite notizie e dichiarazioni distorte rispetto alla realtà dei fatti è opportuno chiarire alla stampa”. 

Davanti agli schermi e in numerosi post diffusi anche sui social, l’ultima seduta di consiglio comunale è apparsa molto animata se non a tratti ridicola: litigi, urla, spintoni. Ma se di solito l’opinione pubblica è frettolosa nel dare colpa sempre a chi governa, il Primo Cittadino andriese ricorda come la maggioranza abbia tentato di confrontarsi pacificamente per esprimere il proprio dissenso in merito alla proposta della minoranza politica che invece insisteva sull’elezione del Presidente del Consiglio alludendo a regole istituzionali. In pratica, per la maggioranza politica andriese i litigi sono frutto di un tentativo di blocco dei lavori in consiglio comunale da parte della minoranza. Tentativo andato a male perché i lavori sono poi proseguiti con l’approvazione del Bilancio nonostante la Dichiarazione dell’ex Presidente del Consiglio Comunale e consigliere anziano Di Pilato di “sciogliere il consiglio“. I lavori sono infatti proseguiti alla presenza del consigliere anziano Fisfola

Alle richieste dei giornalisti sul fatto che il consiglio comunale non sia certo brillato come esempio politico, Giorgino ha replicato: “ma ci mancherebbe altro. Tra l’altro la preorganizzazione è dimostrata dal fatto che c’erano persone che hanno aggredito fisicamente i consiglieri di maggioranza i quali avevano pacificamente spiegato le loro motivazioni. Queste pagine confusionarie non sono belle per la nostra città”. Giorgino ha poi ricordato che se i tentativi di ostruzionismo fossero terminati con una chiusura anticipata del Consiglio Comunale l’approvazione del Bilancio comunale non sarebbe passata, creando grandi problemi alla città. Linkiamo qui sotto il video del servizio televisivo pubblicato sul Canale YouTube dell’emittente Tele Dehon: