Andria nell’elenco degli alberi monumentali d’Italia del Mipaaf. Se lo Stato riconosce il patrimonio arboricolo, anche gli andriesi devono fare la loro parte!

Nicola Montepulciano posa sotto la grande quercia situata in Contrada Maccarone – Femminamorta (Andria)

Sono 176 le nuove iscrizioni di alberi monumentali della Puglia, con cui si arricchisce l’albo verde nazionale, esemplari che raggiungono anche i 40 metri di altezza  di cui solo 12 sono in centri urbani, 5 a Bari e 7 a Foggia. E’ quanto afferma Coldiretti Puglia, in occasione del Decreto del Mipaaf con cui è stato approvato il 5° aggiornamento dell’Elenco degli alberi Monumentali d’Italia. Nella lista, sono confermati anche tre grandi alberi andriesi:

Si tratta di un esemplare di leccio (Quercus ilex L.) sito in località Masseria Finizio-Tannoia di Andria (coordinate geografiche: 41° 4′ 30,68′” – 16° 14′ 53,02”); un esemplare di quercia Roverella (Quercus pubescens Willd.) sito in località contrada Abbondanza-Femmina Morta (coordinate geografiche: 41° 8′ 41,79” – 16° 17′ 6,74”) e di un altro esemplare di Roverella sito in Contrada Maccarone (coordinate geografiche: 41° 12′ 43,88” – 16° 19′ 27,48”). Tuttavia, come ricordato in molteplici occasioni dal nostro concittadino ecologista Nicola Montepulciano (grande appassionato di botanica nonché studioso autodidatta), il patrimonio arboricolo nell’area rurale di Andria presenta ulteriori potenziali candidati, tra querce secolari ed altre specie di alberi da tutelare e troppo spesso vittima dell’incuria e di atti vandalici (per non dire criminali!). Proprio il nostro attento concittadino è autore di interessanti calcoli riguardanti le capacità benefiche di queste grandi piante: secondo quanto calcolato da Montepulciano (che ringraziamo per l’esclusiva di dati provvisori forniti in anteprima a VideoAndria.com e oggetto di futuri approfondimenti da parte dellos tesso), la grande e storica quercia andriese ubicata in Contrada Abbondanza-Femmina morta (zona acquedotto) produce 5.054,22 kg di ossigeno per ora. La stessa quercia, inoltre, assorbirebbe 6945,86 kg di anidride carbonica per ora. Quella di contrada maccarone (via Corato) produce invece 5310,5 kg di ossigeno per ora. La stessa quercia sarebbe inoltre capace di assorbire ben 7298 kg di anidride carbonica per ora (dati provvisori). Dati incoraggianti che, grazie a Montepulciano, ci spingono a tutelare ulteriormente queste ed altre grandi piante del territorio. Tra queste, anche un esemplare “aggiuntivo” di roverella sito in contrada cariati:

Gli esemplari che ne fanno parte si contraddistinguono per l’elevato valore biologico ed ecologico (età, dimensioni, morfologia, rarità della specie, habitat per alcune specie animali), per l’importanza storica, culturale e religiosa che rivestono in determinati contesti territoriali, per il loro stretto rapporto con emergenze di tipo architettonico, per la capacità di significare il paesaggio sia in termini estetici che identitari. Tra le nuove iscrizioni spiccano per numerosità i cedri, le querce, i platani e i faggi, mentre fanno la loro prima comparsa nell’Elenco alcune specie come l’acero palmato rosso, la camelia e l’anagiride.

Nella Piana degli Ulivi Monumentali è altissima la concentrazione di ulivi millenari con ben 250mila esemplari di pregio straordinario che potrebbero fregiarsi del prestigioso riconoscimento di ‘ patrimonio dell’Unesco‘. Si stima che alcuni potrebbero addirittura avere un’età fino a 3.000 anni, con circonferenze che superano i 10 metri. Una ricchezza dal punto di vista storico e turistico sino ad oggi mantenuta in vita soprattutto grazie all’impegno di generazioni di agricoltori, anche a prezzo di sacrifici considerevoli. La gestione di un ulivo monumentale è, infatti – rileva la Coldiretti Puglia – molto più complicata, con rese produttive notevolmente più basse rispetto a una normale pianta, ma anche la necessità di procedere a una raccolta esclusivamente manuale e maggiori difficoltà a livello di potatura e di trattamento.

Un impegno che rischia ora di essere vanificato dall’epidemia di Xylella che dal 2013 ad oggi ha colpito 8mila chilometri quadrati, con un danno stimabile di quasi 3 miliardi euro, secondo un’analisi della Coldiretti. L’urgenza è salvare da nuovi contagi la Piana degli Ulivi Monumentali che ha già perso 1/3 degli ulivi di inestimabile valore – conclude Coldiretti Puglia – preservati nel tempo ed arginare in Puglia la diffusione della Xylella Fastidiosa – ceppo pauca, quello pugliese – che secondo lo studio della prestigiosa rivista americana PNAS (Atti della Accademia Nazionale delle Scienze degli Stati Uniti d’America) potrà causare, se non viene fermata, un impatto economico negativo in Europa d in Italia fino a 20 miliardi, conclude Coldiretti Puglia. L’Elenco degli Alberi Monumentali d’Italia, integrato dal recente aggiornamento, è – conclude Coldiretti – una iniziativa importante per far crescere la cultura del verde, del bello e della memoria storica nel nostro Paese. Qui l’elenco aggiornato degli alberi monumentali di Puglia pubblicato sul sito web del Ministero delle Politiche Agricole e Forestali:

L’ELENCO DEGLI ALBERI MONUMENTALI DI PUGLIA AGGIORNATO AL 2022

Riguardo il blog di VideoAndria.com, ricordiamo che è possibile ricevere tutte le news in tempo reale da Telegram iscrivendosi al seguente indirizzo >https://t.me/andriabarlettatrani< da Instagram al seguente indirizzo >instagram.com/andriapuglia< oltre che da Facebook cliccando “mi piace” su >Facebook.com/VideoAndriaWebtv< e da Twitter al seguente indirizzo >twitter.com/videoandria<.  Sempre attraverso Telegram è possibile inviarci segnalazioni in tempo reale anche con video e foto. E’ possibile scriverci anche via Whatsapp per inviarci segnalazioni anche con foto e video cliccando qui ed iscriversi al gruppo per la ricezione dei nostri link cliccando qui. Ricordiamo, inoltre, che è possibile seguire tutti i nostri tweet all’indirizzo https://twitter.com/videoandria. Gli aggiornamenti di VideoAndria.com sono anche su linkedin.com/company/andrianews e su https://vk.com/andrianews.

#andria #andriesi #casteldelmonte #puglia #altamurgia #murgia #diretta #facebook #twitter #youtube #live #magazine #blog #andrianews #andrianotizie #bat #barletta #trani #barlettanadriatrani #network #cultura #cronaca #politica #minervino #corato #google #googlemaps #meteo #email #web #andriaweb #comunediandria #amministrazione #aggiornamenti #viabilità #denuncia #lavoro #residenti #quartiere #sanvalentino #piazzacatuma #oliodiandria – Andria notizie in diretta live in tempo reale dalla città. Una #città #Viva con #eventi #associazioni #sport #movida #giovani #ricca di #emozioni

Ricordiamo che è possibile ricevere tutte le news in tempo reale dall'app gratuita Telegram iscrivendosi al seguente indirizzo: https://t.me/andriabarlettatrani. Sempre attraverso Telegram è possibile inviarci segnalazioni in tempo reale anche con video e foto. Ricordiamo inoltre che cliccando "MI PIACE" sulla Pagina Facebook.com/VideoAndriaWebtv è possibile seguire tutte le news da Facebook. E' possibile scriverci anche via Whatsapp per inviarci segnalazioni anche con foto e video cliccando qui ed iscriversi al gruppo per la ricezione dei nostri link cliccando qui. Ricordiamo, inoltre, che è possibile seguire tutti i nostri tweet all'indirizzo https://twitter.com/videoandria. Gli aggiornamenti di VideoAndria.com sono anche su linkedin.com/company/andrianews e su https://vk.com/andrianews.