Migranti protestano stamane sulla Andria-Barletta, De Mucci (FI): “conseguenza di Unione Europea che sbatte porte in faccia all’Italia, situazione ormai al collasso” – FOTO

Alcune decine di ospiti migranti hanno manifestato rabbia ed indignazione stamane presso un centro accoglienza situato sulla strada che collega i comuni di Andria e Barletta. Le motivazioni che hanno portato gli stessi a riversarsi pericolosamente sulla strada non sono ancora chiare ma lasciano pensare che gli ospiti non siano sufficientemente soddisfatti dal servizio a loro offerto gratuitamente. A comunicare la presenza della manifestazione improvvisata anche con una foto scattata sul posto è stato Luigi De Mucci (Commissario Provinciale di Forza Italia BAT).

Come è possibile notare anche dall’immagine diffusa sui social, sono giunti sul posto anche agenti della Polizia di Stato. La foto:

Ci mancava solo rivolta dei migranti nel centro di accoglienza presente sulla SS 170 tra Andria e Barletta. In Italia i migranti hanno preso il posto dei sindacati. Povera Italia…
#scioperodeimigranti

Pubblicato da Luigi de Mucci su Domenica 9 luglio 2017

 

Per De Mucci la causa principale della problematica è chiara: l’Unione Europea ha abbandonato l’Italia a se stessa.

“La questione migranti è un problema ormai serio e reale che interessa anche questo territorio, lo vediamo anche in queste situazioni: una protesta in corso stamattina nel centro accoglienza sulla strada statale 170. Sono state fatte parecchie foto. Una situazione sempre al collasso con un’Italia che è diventata l’albergo d’Europa e con un’Europa che sbatte le porte all’Italia. Questo dimostra che qualcuno a livello di governo centrale aveva con accordi economici e finanziari, garantito l’ingresso dei migranti solo sulle coste italiane. Queste sono le politiche portate avanti dai governi”.  

Sono le osservazioni del coordinatore di Forza Italia BAT Luigi De Mucci. Roba da far rimpiangere l’accordo tra Berlusconi e Gheddafi che sino ad allora consentì nei fatti di evitare i continui sbarchi con le conseguenti tragedie in mare e il rischio collasso che oggi invece l’Italia sta nei fatti subendo con un’Unione Europea che fa da spettatore passivo elargendo ogni tanto fondi solo per l’accoglienza e mai per risolvere il problema alla radice con un’efficace operazione per evitare gli sbarchi di massa e quindi anche le tragedie.

Nella foto: Luigi De Mucci (Commissario Provinciale FI BAT)

Noi non siamo affatto contro l’integrazione, anzi. Per quel che mi riguarda da liberale, da cristiano, la considero un valore assolutamente positivo. Ma è giusto integrare chi si sente davvero italiano. Chi ama l’Italia. Chi ama il nostro modo di vivere. Chi crede nei nostri valori” – aveva dichiarato lo stesso leader di Forza Italia, Silvio Berlusconi alcuni giorni fa. 

“Noi quando eravamo al governo gli sbarchi li avevamo sostanzialmente azzerati, dopo di noi è stato ed è ancora ora un vero disastro” – aveva concluso lo storico leader del centrodestra.